E ALLA FINE DEL CAMMINO… SANTIAGO DE COMPOSTELA!

E ALLA FINE DEL CAMMINO… SANTIAGO DE COMPOSTELA!
Condividi

A Santiago de Compostela raggiungerete la meta del Cammino di Santiago attraverso un percorso che rappresenterà un’esperienza unica. Sentirete una sensazione di appagamento arrivando con il vostro zaino e avvistando da lontano le torri della Cattedrale. Se avete fatto il viaggio in bicicletta potrete portarla con voi, trionfanti e contenti, nella stessa piazza dell’Obradoiro. E se invece viaggiate a dorso di cavallo, dovrete avvisare in anticipo la Polizia Locale che vi lascerà arrivare di fronte alla Cattedrale.

Dopo aver visto paesaggi affascinanti e conosciuto persone gradevoli, avrete sicuramente voglia di condividere con loro l’ingresso nella Cattedrale, per assistere alle 12.00 alla messa del pellegrino e abbracciare la statua di Santiago secondo tradizione. Il vostro viaggio perfetto si completerà con una passeggiata per il centro storico, ricco di chiese, ristoranti e negozi di tutti i tipi dove poter acquistare il ricordo di un viaggio indimenticabile.

A Santiago de Compostela avete un appuntamento con la storia. Appena vi addentrerete nel suo centro storico vedrete che non stiamo esagerando. Il capoluogo della Galizia custodisce uno dei complessi monumentali meglio conservati dell’Europa, in un contesto che evoca epoche remote. Così è la città, meta finale del Cammino di Santiago, un grande percorso dichiarato Primo Itinerario Culturale Europeo.

Santiago de Compostela è sinonimo di arte e cultura. Ma se c’è qualcosa che spicca in questa città della Galizia è il suo impressionante patrimonio monumentale, concentrato soprattutto nel centro storico. Ne sono prova i palazzi, le chiese, i vicoli e le piazze di questa zona. E la bellezza del suo centro storico è davvero difficile da eguagliare. Ad ogni passo ci sono costruzioni diverse, autentici gioielli in differenti stili architettonici. Gli edifici, con secoli di storia, danno al capoluogo della Galizia un aspetto inimitabile.

Potrete verificarlo di persona passeggiando per le strade e le piazze di pietra e granito della parte vecchia. Molti di questi monumenti sono nati nel Medioevo. Tra tutti si distingue la Cattedrale, con la sua imponente e armoniosa facciata che si staglia sulla piazza dell’Obradoiro. Assistendo alla messa del pellegrino alle 12.00 si può ammirare come il botafumeiro, un gigantesco incensiere, viene fatto oscillare lungo il transetto della Cattedrale. Approfittatene anche per salire sul tetto di questo capolavoro del romanico e ammirare dall’alto tutta la città.

Passeggiando per Santiago vi sembrerà che il tempo si sia fermato. Le vie Nova, Vilar, San Pedro e Preguntoiro; piazza Toural, Cervantes e das Praterías… testimoniano tutte un passato splendido e un presente molto vivo, come dimostra l’animato ambiente studentesco che riempie la città grazie alla sua Università.

Ma parlare di Santiago significa parlare obbligatoriamente del Cammino: un millenario itinerario di pellegrinaggio nato nel IX secolo e che da allora unisce questo luogo con il resto dell’Europa. Ogni anno migliaia di pellegrini decidono di vivere, a piedi, in bicicletta e perfino a cavallo, questa esperienza insieme avventurosa e spirituale, che ha per meta finale la Cattedrale di questa città santa della cristianità.

Ma Santiago è molto di più. Non andate via senza aver prima assaporato la deliziosa gastronomia della Galizia; passeggiate per i numerosi parchi e giardini; visitatene i musei e approfittate tutto l’anno del suo completo programma culturale: musica, conferenze, teatro, concerti, esposizioni, festival…

Venite con noi?

Fonte: spain.info/it

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com