GUYANA – SHELL BEACH- DOVE NIDIFICANO LE TARTARUGHE MARINE

GUYANA – SHELL BEACH- DOVE NIDIFICANO LE TARTARUGHE MARINE
Condividi

Un terreno di nidificazione per quattro delle sette specie di tartarughe marine del mondo, la maggior parte delle quali è in pericolo.

Shell Beach si estende per circa 90 miglia lungo la costa atlantica della Guyana, non lontano dal confine con il Venezuela. Da marzo ad agosto, quattro specie di tartarughe marine, tutte vulnerabili o in via di estinzione, vengono a riva per deporre le uova.

Delle sette ultime specie di tartarughe marine del mondo, quasi tutte sono state spinte a livelli a rischio. La caccia, la perdita dell’habitat, l’inquinamento delle materie plastiche, i cambiamenti climatici e le catture accidentali nelle reti da pesca continuano a minacciare l’esistenza di queste creature grandi e longeve.

Shell Beach, che prende il nome dalle conchiglie che formano la sua estensione lunga 90 miglia, è un terreno di nidificazione vitale per quattro di queste specie di tartarughe marine. Questo di per sé è un evento raro, dato che la maggior parte dei siti di nidificazione delle tartarughe marine è visitata solo da una o due specie.

Ogni anno, tra marzo e agosto, le specie leatherback, olive ridley, hawksbill, and green turtles vengono a riva per deporre le uova. Sotto la copertura della notte, le femmine si dirigono verso la spiaggia, spesso nel punto in cui sono nate. Ogni femmina quindi scava un buco per nidificare e lo riempie con circa 100 uova prima di coprirlo con la sabbia. I cuccioli emergono tra i 45 e i 70 giorni dopo, facendo una folle corsa per raggiungere l’acqua. Tra 15 e 40 anni dopo, molti di questi stessi piccoli ritorneranno a Shell Beach per continuare il ciclo.

Questo ciclo, tuttavia, è in un equilibrio fragile. Per fortuna, le tartarughe e l’ambiente marino di Shell Beach hanno un protettore. Nel 2000, il Dr. Peter Pritchard e Romeo De Freitas fondarono la Guyana Marine Turtle Conservation Society, un programma di conservazione non governativo che ha lavorato instancabilmente per proteggere le tartarughe di Shell Beach dalla caccia, dalla perdita dell’habitat (per erosione e attività umana), dalla pesca a fini commerciali e dall’inquinamento degli oceani.

Cercare di monitorare un tratto di spiaggia di 90 miglia, specialmente di notte, non è un compito facile. Ma grazie al lavoro della Guyana Marine Turtle Conservation Society, i visitatori possono ancora fare il lungo viaggio a Shell Beach per vedere le tartarughe arrivare a riva e forse anche i piccoli mentre fanno il loro primo viaggio verso il mare. Che, per gli amanti della natura, è uno degli eventi più spettacolari al mondo.

Shell Beach si trova nella regione di Barima-Waini, nel nord-ovest della Guyana. Mentre l’intera estensione va sotto il nome Shell Beach, si compone di nove sezioni di spiaggia, la maggior parte delle quali sono disabitate (le più grandi popolazioni umane permanenti si trovano a Almond Beach e Gwennie Beach, ciascuna con circa 150-180 residenti). Può essere piuttosto una missione visitare Shell Beach, quindi molte persone organizzano un tour di più giorni dalla capitale della Guyana di Georgetown. Questi tour offrono in genere una sistemazione di base per la notte, che normalmente comporta il campeggio sulla spiaggia o vicino alla spiaggia, che è l’ideale per le escursioni notturne per vedere le tartarughe. Ricorda che tra marzo e agosto è il momento migliore per visitare.

Non molestare o in alcun modo interagire con le tartarughe. Mantenere una distanza di sicurezza sia dalle tartarughe che dai loro nidi.

 

Fonte: AtlasObscura

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com