GLI ITALIANI PREDILIGONO LA SLOVENIA

GLI ITALIANI PREDILIGONO LA SLOVENIA
Condividi

Proprio in questi giorni l’Head Office di Lubiana dell’Ente Sloveno per il Turismo ha diramato i dati di chiusura del 2021. Nel periodo gennaio-dicembre 2021 sono stati registrati 1.832.466 arrivi di turisti stranieri sul territorio sloveno, per un totale di 4.794.935 pernottamenti ed una crescita complessiva del 50,68% degli arrivi internazionali rispetto al 2020 e del42,95% dei pernottamenti. Dati assolutamente confortanti che vanno, comunque, letti alla luce di un 2020 segnato da lunghi periodi di lockdown e di numeri ancora lontani da quanto raggiunto nel 2019.

Nonostante questo, la Slovenia resta tra le mete predilette degli italiani che nel 2021 sono stati 161.796 a raggiungere il Cuore Verde d’Europa, per un market share dell’8,83% e un incremento del +1,71% rispetto al 2020 (353.571 i pernottamenti). Con questi numeri l’Italia si attesta saldamente al terzo posto, dietro Germania e Austria, tra i mercati prioritari per la Slovenia, a sostegno delle solide e vincenti strategie di marketing e comunicazione attuate dall’Ente nel corso degli ultimi anni, vessati da una situazione pandemica, in questi giorni al suo apice a livello europeo, che ha fortemente influenzato le scelte e le abitudini di viaggio dei consumatori.

La Slovenia, grazie al rispetto degli elevati standard igienici e di sicurezza imposti, sta vedendo lavorare costantemente, anche questo inverno, le proprie strutture turistiche, dai centri termali agli impianti sciistici, tanto che a dicembre 2021 i turisti stranieri hanno fatto segnare ben 82.249 arrivi e 219.899 pernottamenti. Tra i turisti stranieri, sempre a dicembre 2021, il maggior numero di pernottamenti è stato effettuato dai croati (13%), a seguire l’Italia (11%), l’Austria (8%), la Serbia (8%) e la Germania (6%). Forte di questi risultati, l’Ente Sloveno per il Turismo in Italia, si appresta ad affrontare il 2022 appena iniziato con l’obiettivo di recuperare quanto perso rispetto al 2019, ponendo la filiera turistica italiana al centro della propria strategia. “È ormai da anni comprovata l’importanza per noi rivestita dagli agenti di viaggio e dagli operatori italiani, nostri partner commerciali preferenziali, con cui abbiamo nel tempo stabilito un rapporto di stima, professionale e personale, al quale non intendiamo venire meno – sottolinea Aljoša Ota, direttore dell’Ente Sloveno per il Turismo in Italia. Anche le fiere ricopriranno un ruolo molto importante.

Paola Paciotti

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com