La Palma, la isla bonita delle canarie

La Palma, la isla bonita delle canarie
Condividi

Alla scoperta di La Palma

La Palma. Un paradiso naturale. Un’isola di contrasti. Un regalo per l’essere umano. Immergiti nei suoi meravigliosi paesaggi, nella sua eredità vulcanica, nelle sue spiagge vergini e nella sua vegetazione rigogliosa ed esuberante, nota che la rendono un ambiente magico. Questo è solo una piccola anteprima che troverai durante la tua visita.

Santa Cruz de La Palma

Capitale e ingresso all’isola di La Palma. Occupa un’enclave strategica a ridosso di un vulcano e sulla stretta fascia costiera che presiede la baia che gli aborigeni Benahoriti chiamavano Timibucar. Santa Cruz fu un emporio marittimo nel XVI secolo, essendo il suo porto una tappa fondamentale sulla rotta verso l’America. Questa importante storia ha lasciato il segno su un pregevole complesso monumentale, definito come Complesso Storico-Artistico. Il passato coloniale è rimasto in edifici con facciate dai colori vivaci in Calle Real, l’arteria principale della città, divisa in tre sezioni: Calle O’Daly, Calle Anselmo Pérez Brito e Doctor Pérez Camacho. Los Balcones sono un altro degli emblemi di Santa Cruz. Sono realizzate in legno di tea e donano al lungomare un fascino particolare.
La Chiesa di El Salvador,del 1500, capolavoro del Rinascimento delle Canarie, ha all’interno un fantastico soffitto a cassettoni in stile mudéjar.

Bosque de Los Tilos

A nord-est dell’isola, tra foschia e umidità, si cela uno dei tesori naturali dell’arcipelago delle Canarie.

Los Tilos ospita una delle foreste di allori più importanti dell’arcipelago, ovvero una foresta primitiva e rigogliosa di alberi che milioni di anni fa abbondava sul pianeta con specie come l’alloro, il til e straordinarie felci giganti.

C’è un centro di interpretazione con una mostra permanente che spiega i valori naturali dell’ambiente.

Questa riserva naturale è un’area ideale per il trekking. Un sentiero segnalato, fiancheggiato da felci giganti, parte dal centro visitatori, che attraversa il cuore della foresta. Il sentiero più lungo raggiunge le sorgenti di Marcos e Cordero.

Parco Nazionale della Cadera de Taburiente

Si tratta di uno straordinario ambiente di oltre 8 chilometri di diametro a forma di calderone che si apre al visitatore al centro dell’isola con altezze che superano i 2.000 metri e un interno ricoperto da una fitta vegetazione.

La Caldera de Taburiente offre infinite attività: sentieri che corrono sulle montagne aperte dell’isola, escursioni per ammirare il cielo notturno, bagni sotto cascate colorate … questi sono solo alcuni dei punti che scoprirai.

Roque de los Muchachos: è l’altezza massima del Parco con 2.420 metri da cui si può vedere un impressionante paesaggio di vertiginosi abissi rocciosi. La sua atmosfera è una delle più adatte all’osservazione astronomica dello spazio e, infatti, l’isola ha la certificazione Starlight per l’eccezionale qualità dei suoi cieli stellati.

Cascata di Colori nel Barranco de las Angustias: una cascata alta sei metri con una tavolozza di tonalità che cambia con il periodo dell’anno e il flusso del precipizio. Le acque ricche di ferro, tocchi gialli e arancioni, mentre alghe e muschi lo dipingono di verde. Una vera delizia per gli occhi.

Mare di Nuvole: fenomeno naturale molto suggestivo sull’isola di La Palma provocato dalla collisione dei venti alisei con la catena montuosa centrale, accumulando le nuvole che poi si disgregano, come se fossero una cascata, quando attraversano il versante meridionale; sembra uno scenario simile a fluttuare nel vuoto.

Los Llanos de Aridane

È la seconda città più importante dell’isola. Una volta lì, vale la pena passeggiare con calma per le sue vie, che mantengono ancora intatto lo spirito coloniale degli edifici e soffermarsi ad ammirare le opere che abbelliscono la cittadina come museo a cielo aperto nell’ambito del progetto artistico “La Città nel Museo .

Tazacorte

Questo paese costiero, vicino a Los Llanos, è considerato il comune dell’isola con il maggior numero di ore di luce e sole. Da questo punto, il 29 settembre 1492, l’Adelantado Fernández de Lugo iniziò la conquista dell’isola. Spiccano le onnipresenti piantagioni di banane e le sue spiagge, con una menzione speciale a quella del Puerto, insignita della Bandiera Blu.

Belvedere El Time

È un belvedere che offre una vista incomparabile del Barranco de las Angustias, nonché il profilo di Puerto de Tazacorte e la sua ampia spiaggia di sabbia nera.

ROTTA DEI VULCANI

Il sud della Palma è una terra scossa dalle più recenti eruzioni vulcaniche; l’ultima, nel 1971, quella del vulcano Teneguía, da cui sono emerse le terre più giovani della Spagna. Questa rotta di trekking offre paesaggi sorprendenti degni di essere scoperti.

FUENCALIENTE DE LA PALMA

Il comune più meridionale dell’isola ha molto da offrire. Il vecchio faro, dalla sua posizione privilegiata, illumina ogni notte le navi in viaggio; Las Salinas (miniera di sale), dichiarato Sito di Interesse Scientifico per essere un luogo di sosta per molti uccelli migratori; o magnifiche spiagge come Echentive, dove cielo, acqua e terra si fondono regalando spazi insoliti.

  • 1. Volcán Teneguía_Visit La Palma_Saúl Santos
  • 2. Playa Echentive_Visit La Palma_David Rosario
  • 3. Salinas y Faro de Fuencaliene_Juan Luis Lopez

GASTRONOMIA PALMERA

Ogni viaggio giunge al termine; non prima di arrendersi al piacere che la gastronomia rappresenta per i sensi. L’isola di La Palma è tanto ricca di paesaggi quanto di sapori. Lasciati sorprendere dai suoi prodotti locali accompagnati da un delizioso vino Malvasia come fiore all’occhiello di questo itinerario.

Per altri annunci su le isole Canarie: clicca qui

Da: Ufficio del turismo spagnolo

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com