PHUKET, NUOVO CORRIDOIO TURISTICO

PHUKET, NUOVO CORRIDOIO TURISTICO
Condividi

Cosa sapere prima di prenotare una vacanza a Phuket, Thailandia in base alle nuove norme

Riceviamo dall’Ente del Turismo alcune informazioni importanti per organizzare il viaggio in Thailandia incluso Phuket al momento unica destinazione aperta al turismo (dall’Italia). Ricordiamo che in quanto corridoio turistico è possibile prenotare il viaggio a Phuket esclusivamente tramite Tour Operator/Agenzia di viaggio autorizzati a rilasciare il travelpass necessario per la partenza.

Siamo contenti di poter finalmente tornare a parlare di viaggi in Thailandia.

Per chi si fosse perso le ultime regole Covid per entrare nel Paese del Sorriso, qui di seguito il programma della  Phuket Sandbox, l’unica attuabile per il nostro caso

Applicabile

• Viaggiatori stranieri/ Cittadini Thai

Paesi ammissibili

• Tutti i paesi

Punti di ingresso

• In aereo all’aeroporto internazionale di Phuket per Krabi, Phang-Nga e Phuket.

• In aereo all’aeroporto Suvarnabhumi di Bangkok, quindi transito su un volo Covid-free per Ko Samui o Phuket.

Destinazioni Sandbox idonee in Thailandia

Krabi, Phang-Nga, Phuket e Surat Thani (Ko Samui, Ko Pha-ngan e Ko Tao). Tutte combinabili tra loro, anche se è corretto ricordare che il nostro corridoio è valido solo sull ‘isola di Phuket.

Requisiti prima dell’arrivo

Tutti i viaggiatori devono avere i seguenti documenti per entrare in Thailandia:

  • Un Thailand Pass, che può essere applicato tramite https://tp.consular.go.th/.
  • Un certificato medico con un risultato di laboratorio RT-PCR che indica che il COVID-19 non è stato rilevato rilasciato non più di 72 ore prima del viaggio.
  • I viaggiatori di età inferiore a 6 anni, che viaggiano con genitori con risultato negativo del test RT-PCR entro 72 ore prima del viaggio, non sono tenuti ad avere un risultato negativo al test RT-PCR prima dell’arrivo e possono sottoporsi al test della saliva quando entrano in Thailandia
  • Un pagamento confermato per un soggiorno di almeno 7 giorni presso strutture ricettive approvate; come un hotel SHA Extra Plus (SHA ++), all’interno delle destinazioni Sandbox idonee sopra menzionate.
  • I viaggiatori diretti a Krabi, Phang-Nga o Phuket possono cambiare alloggio 3 volte nei primi 7 giorni (possono prenotare 3 hotel diversi) all’interno della provincia.
  • Krabi, Phang-Nga e Phuket: i viaggiatori possono prenotare e pagare in anticipo i 2 test RT-PCR tramite www.thailandpsas.com (2.100 baht/test o 4.200 baht/2 test).
  • Un certificato di vaccinazione / recupero COVID-19  ( Green Pass)
  • Tutti i maggiori di 18 anni devono essere vaccinati completamente per COVID-19 con un vaccino approvato almeno 14 giorni prima di recarsi in Thailandia.
  • I viaggiatori di età compresa tra 12 e 17 anni che viaggiano in Thailandia non accompagnati devono essere vaccinati con almeno 1 dose di un vaccino approvato. Chi viaggia con i genitori è esonerato da tale obbligo.
  • I viaggiatori di età compresa tra 6 e 11 anni, che viaggiano con i genitori, sono esentati da tale obbligo.
  • I viaggiatori con una storia di infezione da COVID-19 che si sono ripresi con cure mediche e i viaggiatori che hanno ricevuto almeno 1 dose di un vaccino approvato dopo l’infezione devono avere un certificato di guarigione da COVID-19.
  • Tutti i viaggiatori devono sottoporsi allo “screening dell’uscita” al punto di partenza, ovvero al banco del check-in della compagnia aerea e presentare i documenti richiesti al responsabile per l’esecuzione dei controlli.

Requisiti all’arrivo / Durante il soggiorno

  • Tutti i viaggiatori devono sottoporsi a “screening all’ingresso” incluso il controllo della temperatura corporea al punto di ingresso.
  • I viaggiatori che arrivano con un volo diretto verso un aeroporto internazionale di destinazione Sandbox devono presentare i documenti richiesti all’Ufficio Immigrazione/Controllo Sanitario per effettuare i controlli, quindi procedere con le procedure di Immigrazione.
  • I viaggiatori con un volo di transito per l’aeroporto di destinazione Sandbox (attualmente solo l’aeroporto di Samui e dal 1 febbraio 2022 anche all’aeroporto internazionale di Phuket) devono sottoporsi allo screening di ingresso al primo punto di ingresso o alla destinazione finale:
  • Al primo punto di ingresso, presentare i documenti richiesti all’addetto all’immigrazione/controllo sanitario per l’effettuazione dei controlli, quindi procedere con le procedure di immigrazione prima di imbarcarsi sul volo di transito;
  • Alla destinazione finale dell’ingresso, presentare la documentazione richiesta all’addetto all’immigrazione/controllo sanitario per l’effettuazione dei controlli, quindi procedere con le procedure di immigrazione.
  • Procedere all’alloggio prestabilito o alla struttura medica per sottoporsi al primo test RT-PCR. Il viaggio deve essere effettuato con un veicolo predisposto. Quindi, tutti i viaggiatori devono attendere il risultato del test solo all’interno dell’hotel. I viaggiatori di età inferiore ai 6 anni, che viaggiano con i genitori, possono sottoporsi al test della saliva.
  • I viaggiatori con un risultato negativo del test possono godersi le attività di viaggio all’interno delle aree Sandbox per 7 giorni, ma devono tornare alla loro sistemazione prestabilita ogni notte. Non possono pernottare in nessun altro luogo. Inoltre, devono sottoporsi al secondo test RT-PCR il giorno 5-6 o quando manifestano sintomi respiratori.
  • I viaggiatori il cui risultato del test risulta positivo saranno indirizzati a cure mediche appropriate in conformità con la legge thailandese sulle malattie trasmissibili B.E. 2558 (2015). Le spese devono essere coperte dall’assicurazione richiesta per i viaggiatori stranieri o dalla copertura sanitaria nazionale per i thailandesi e gli espatriati stranieri idonei.
  • In attesa delle loro condizioni, potrebbero essere consigliati dal punto di vista medico di ricevere cure in isolamento in ospedale o in comunità.
  • Durante la ricezione delle cure mediche – almeno 10 giorni, devono rimanere solo nel loro alloggio. Non dovrebbero lasciare il loro alloggio se non in caso di assoluta necessità e devono avvisare l’ufficiale responsabile del controllo delle malattie trasmissibili.
  • Dopo essersi ripresi dal COVID-19, riceveranno un certificato medico di guarigione.
  • I viaggiatori devono soggiornare almeno le prime 7 notti all’interno di una destinazione Sandbox se intendono continuare il viaggio verso altre destinazioni in Thailandia. Se soggiornate per meno di 7 notti, il viaggiatore deve lasciare immediatamente la Thailandia in un altro paese.
  • Mentre si trovano in Thailandia, si consiglia ai viaggiatori di seguire rigorosamente le buone pratiche di igiene personale standard; ad esempio, indossare una mascherina in pubblico, mantenere l’igiene delle mani (lavandosi con acqua e sapone o utilizzando un disinfettante per le mani) e mantenere una distanza fisica di almeno 1 metro dagli altri.
  • I viaggiatori che manifestano sintomi simili al COVID dovrebbero sottoporsi al test. Se risultano positivi, devono ricevere le cure mediche appropriate. Coloro che hanno un appuntamento per il test COVID-19 devono sottoporsi al test.
  • Tutti i viaggiatori devono scaricare e installare l’applicazione MorChana e attivarla in ogni momento per le misure precauzionali COVID-19 e per registrare il risultato il giorno 5-6 nell’applicazione.
  • Il secondo test RT-PCR non sarà richiesto se la durata del soggiorno del viaggiatore in una destinazione Sandbox è inferiore a 6 notti o se la sua data di partenza internazionale programmata dalla Thailandia è il giorno 5 o prima. Ad esempio, se il viaggiatore prevede di rimanere in Thailandia per 4 giorni, non deve sottoporsi al secondo test RT-PCR, ma deve partire immediatamente per un altro paese. Tuttavia, se il viaggiatore dovrà sostenere un altro test RT-PCR dipende dalla compagnia aerea e dalla destinazione internazionale finale. Per i viaggiatori che intendono rimanere 6 giorni (notti), dovranno sottoporsi al secondo test RT-PCR il giorno 5-6, anche se è previsto che partano per un altro paese.
  • I viaggiatori che intendono soggiornare più di 7 notti e continuare il loro viaggio in altre parti della Thailandia devono sottoporsi al secondo test RT-PCR COVID-19 il giorno 5-6. Dopo aver ricevuto un risultato negativo del test il giorno 7, i viaggiatori possono ottenere un “Modulo di rilascio” e dal giorno 8 continuare il viaggio nel paese.

Linee guida per la partenza nazionale/internazionale

Per la partenza nazionale, dopo aver soggiornato i primi 7 giorni nelle suddette destinazioni idonee Sandbox, i viaggiatori devono ottenere un “Modulo di rilascio” dal loro alloggio e dal giorno 8 sono liberi di andare ovunque in Thailandia.

Per la partenza internazionale, è responsabilità dei viaggiatori o delle loro organizzazioni assicurarsi che i viaggiatori soddisfino i requisiti della loro specifica destinazione internazionale indipendentemente dal punto di partenza.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com