10 destinazioni sconosciute – o meno conosciute – in Attica

10 destinazioni sconosciute – o meno conosciute – in Attica
Condividi

L’Attica vanta numerosi tesori nascosti che pochi conoscono e riserva una serie di meravigliose sorprese per i suoi residenti e visitatori che decidono di esplorarla. Unisciti a noi in questa ricerca di luoghi e attrazioni in tutta l’Attica ideali per escursioni uniche durante tutto l’anno e goditi immagini ed esperienze… fuori dai sentieri battuti.

1. A solo un’ora da Atene, in un paesaggio davvero maestoso, si trova uno dei tesori nascosti del Monte Parnitha: è ” Agia Marina sulla roccia della montagna “, una chiesetta arroccata su una ripida scogliera, che domina il rifugio della fauna selvatica piedi del monte Parnitha. Guida fino alla cappella di Agios Nikolaos e poi percorri il sentiero di 2 km fino ad Agia Marina. Una volta arrivato, preparati per un panorama davvero mozzafiato.

2. Al confine nord-est dell’Attica, i visitatori scoprono il sito archeologico di Ramnous , che ospita il famoso santuario di Nemesis . Costruito all’inizio del VI secolo aC, è il più importante santuario di quella divinità in Grecia. Qui rimarremo incantati dalle rovine dell’antico demos di Ramnous, abitato costantemente fin dal Neolitico, caratterizzato dalla fortezza con le mura che circondano l’insediamento, i piccoli santuari, il teatro e il ginnasio della città.

3. L’elenco infinito delle incantevoli coste dell’Attica comprende non solo spiagge organizzate e frequentate, ma anche calette tranquille e appartate con sabbia e acque cristalline, per chi preferisce la privacy. La spiaggia di Christea a Sounio, la spiaggia di Pigadakia tra Dilessi e Chalkoutsi al confine nord-est dell’Attica, la spiaggia di Panagia Giatrissa ad Artemida e la pittoresca 2° Limanaki a Daskalio che combina sabbia e ciottoli, sono solo alcune di queste maestose spiagge meno conosciute.

4. Pochi sanno che a soli 30 minuti da Atene, a Pikermi, c’è un magnifico mulino ad acqua in pietra che è stato costruito nel 1867 , subito dopo la costruzione del bacino idrico di Pikermi sul torrente Valanaris, per soddisfare le esigenze di irrigazione dei campi in Drafi. Una volta qui, trascorri un po’ di tempo alla Mostra Paleontologica, ospitata nell’antico palazzo del municipio di Pikermi. Le rappresentazioni a grandezza naturale degli animali della cosiddetta “fauna Pikermi” sono davvero impressionanti!

5. In appena un’ora dal centro di Atene, il visitatore dell’Attica arriva a un vero tesoro della natura, nascosto agli occhi del pubblico. È la gola di Myloi nella baia di Alkyonides , un’impressionante “fessura” sulle rocce massicce, in un imponente paesaggio verdeggiante adornato da cascate che termina in una splendida spiaggia. L’uscita della gola è dalla strada costiera da Alepochori a Schino, subito prima di Mavrolimni.

6. L’ isolotto di Moni è un piccolo paradiso nel cuore del Golfo Saronico, noto a pochi. Si trova di fronte al villaggio di Perdika a Egina ed è abitato solo da cervi, pavoni e capre selvatiche. Un punto verde lussureggiante in mezzo al mare, con spiagge di acqua cristallina e un paesaggio incantevole. Arriverai qui con la tua barca o con i frequenti giri in barca da pesca da Perdika.

7. Conosciuta anche come “l’isola dell’amore”, Daskalio è a due passi da Poros, di fronte al Russian Dockyard, e affascina con la sua rara bellezza. Il nome “Isola di Eros” è dovuto alla sua forma che ricorda un cuore. Arriveremo qui con la nostra barca o con una barca charter dal porto principale di Poros.

8. Un paradiso esotico sconosciuto in Attica, accessibile in barca e dotato di acque color smeraldo e “lagune blu”? Il capo Scyllaeum, noto anche come Kavo Skyli nel comune di Trezene è esattamente questo! Scopri l’Attica in barca e goditi un posto da sogno nel Golfo Saronico. Un’esperienza che non dimenticherai mai!

9. Ad est del porto di Poros si trova l’incantevole, remoto e storico isolotto di Bourtzi . Ospita un castello che è stato dichiarato sito protetto, mentre l’intera isola è un sito archeologico di particolare bellezza e valore per il visitatore che ama l’esplorazione, l’avventura e l’azione. L’isolotto è accessibile in barca o un viaggio organizzato con kayak da mare.

10. La maggior parte delle persone conosce Idra dal suo porto e dalla sua città principale. Tuttavia, Idra conserva i suoi tesori nascosti nei suoi paesaggi interni . Le numerose cappelle, monasteri, campi, pinete, uliveti, muretti a secco, sentieri, case coloniche e antiche rovine rivelano la lunga storia dell’isola, la sua straordinaria tradizione architettonica e la sua selvaggia bellezza naturale.

Redazione

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com