EGITTO – IL NILOMETRO DEGLI ANTICHI EGIZI

EGITTO – IL NILOMETRO DEGLI ANTICHI EGIZI
Condividi

Uno straordinario strumento antico utilizzato per misurare le acque del Nilo in modo che i contadini egizi sapessero se aspettarsi carestie o inondazioni

Nell’antico Egitto il comportamento del Nilo poteva significare vita o morte ad ogni stagione del raccolto. Così, molto prima che la diga di Aswan fosse costruita per gestire le inondazioni del grande fiume, gli egizi inventarono uno strumento per misurare le acque al fine di prevedere il comportamento del Nilo: il nilometro.

EGITTO - IL NILOMETRO DEGLI ANTICHI EGIZI
Struttura esterna del nilometro a Rodha Island

C’erano tre tipi di nilometri e si possono ancora vedere esempi di tutti e tre in Egitto. Il più semplice era un’alta colonna alloggiata in una struttura di pietra sommersa. Uno di questi nilometri può essere visto sull’isola di Rhoda a Il Cairo, una colonna di marmo ottagonale tenuta in posizione da una trave di legno nella parte superiore che copre la larghezza del pozzo. Il pozzo comprendeva una scala in modo che i sacerdoti, che erano incaricati di monitorare i nilometri, potessero scendere ed esaminare la colonna.

I nilometri sono stati utilizzati per misurare i livelli dell’acqua già 5.000 anni fa. Il nilometro a Rhoda Island risale all’861, quando fu costruito al posto di un nilometro più antico, basato su un progetto di Afraganus, un famoso astronomo. L’enorme metro aveva dei segni per indicare dove si trovava il livello dell’acqua in un dato momento, informazioni che i sacerdoti avrebbero usato per determinare le condizioni del futuro: siccità, che avrebbe significato carestia; desiderabile, il che avrebbe significato un trabocco quel tanto che basta per lasciare un buon terreno per l’agricoltura; o inondazioni, che avrebbe potuto essere catastrofico.

EGITTO - IL NILOMETRO DEGLI ANTICHI EGIZI
Dettaglio del nilometro a Rodha Island

Solo i sacerdoti e i governanti, siano essi faraoni o, successivamente, leader romani o arabi, potevano monitorare i nilometri e la loro capacità di prevedere il comportamento del Nilo veniva usata per impressionare la gente comune, e per determinare quanto denaro sarebbe stato raccolto in tasse. Questo è il motivo per cui furono costruiti così tanti nilometri nei templi, dove solo i sacerdoti potevano accedere al misterioso strumento.

Il nilometro di Rhoda Island è oggi ospitato in un edificio modernizzato. Il tetto conico ha sostituito una cupola più antica che fu distrutta nel 1825 durante l’occupazione francese. L’interno è riccamente scolpito e sono stati riempiti tre tunnel che un tempo facevano entrare l’acqua nel pozzo a diversi livelli, quindi i visitatori possono scendere fino in fondo.

EGITTO - IL NILOMETRO DEGLI ANTICHI EGIZI
Nilometro sull’isola Elefantina, Aswan

Un altro tipo di nilometro, come quello che può essere visto sull’isola Elefantina ad Aswan, aveva gradini equidistanti che conducevano direttamente al Nilo e indicatori sui muri a diversi livelli per ogni gradino. Questo era spesso il primo a indicare quali condizioni aspettarsi, essendo situato vicino al confine meridionale dell’Egitto. Il terzo tipo, un esempio del quale può essere visto al Tempio di Kom Ombo, un po’ più a nord, portava l’acqua lontano dal Nilo attraverso un canale che la depositava in una cisterna. E ancora, gli indicatori erano incisi nel muro, accessibili tramite scale per i sacerdoti e i governanti che predicevano il destino del raccolto egizio.

EGITTO - IL NILOMETRO DEGLI ANTICHI EGIZI
Il nilometro al tempio di Kom Ombo
EGITTO - IL NILOMETRO DEGLI ANTICHI EGIZI
Il nilometro a Rodha Island

Fonte: atlasobscura.com

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com