COLOMBIA: ALLA RICERCA DELL’AVVENTURA

COLOMBIA: ALLA RICERCA DELL’AVVENTURA
Condividi

Se cercate l’avventura, considerate la Colombia

La Colombia e il suo territorio vergine emergono dalla giungla delle proposte di viaggio con vaste aree pronte per essere esplorate. Scopritela in bici o lanciandovi in gommone, lungo le vette andine o tra la giungla amazzonica.

I diversi paesaggi della Colombia offrono un mondo di opportunità di avventure © Daniel Garzón Herazo / EyeEm / Getty Images

È l’unico Paese del Sud America che vanta sia la costa Pacifica che quella Caraibica, più del 10% della sua superficie è protetta da parchi nazionali (rispetto a circa il 3.4 % negli Stati Uniti) e ospita la più alta catena montuosa costiera del mondo: la Sierra Nevada de Santa Marta, che svetta a 5700 metri. Alle pendici di questa catena, nel meraviglioso Parque Nacional Natural Tayroma, è possibile stare a mollo nel caldo mare caraibico, guardando le cime innevate.

Sotto molti aspetti, la Colombia sembra una manciata di paesi diversi cuciti insieme. La costa caraibica trasuda un carattere languido e sensuale che risiede nel fatto che la più famosa escursione di più giorni si trova celata qui nella giungla tropicale. Nell’interno, la chiassosa Bogotá si trova su un’alta valle andina, a 2600 metri dal livello del mare, che la rende la terza capitale più alta del mondo.

A sud di Bogotá, le Ande si dividono e uniscono nelle tre alte catene che risalgono attraverso il paese, creando una serie di opportunità per escursioni e moltissime rapide. Attraversate le Ande nell’est e si scende bruscamente nella vasta Los Llanos, una zona di foreste tropicali ricca di animali selvatici più grande della Thailandia, conosciuta come “il Serengeti del Sud America”.

La Colombia è senza dubbio una delle destinazioni emergenti per l’avventura del mondo, perché molte cose qui sono sconosciute e nonostante ciò assolutamente irresistibili.

Escursioni

Machu Picchu non ha il monopolio delle città andine perdute. Nascosta nella giungla sulle pendici settentrionali della Sierra Nevada de Santa Marta, la Ciudad Perdida è l’obiettivo della più famosa escursione colombiana. È una camminata di cinque o sei giorni attraverso fango, attraversamenti con il fiume che arriva alla vita, caldo torrido e una scalata finale di 1260 scalini per le rovine dell’antica città. Non potrete fare questa camminata in maniera indipendente; solo quattro agenzie di trekking a Santa Marta e Taganga hanno il permesso per entrare.

Il più bel trekking alpino è il Güicán–El Cocuy Circuit Trek di una settimana attraverso Parque Nacional Natural El Cocuy, che segue una catena di meravigliosi laghi alti, cascate e passi montani ad altitudini che superano i 4500 metri.

I colori brillanti del letto del fiume La Macarena che esplodono di vivacità tra settembre e novembre © VarnaK / Shutterstock

Per poter dire di aver fatto quest’esperienza prima delle masse, organizzate un’escursione giornaliera a Caño Cristales, volando fino alla remota La Macarena e andando a piedi verso quello che viene definito “il lago più bello del mondo”. La zona è stata riaperta ai visitatori solo nel 2009 dopo anni di attività di guerriglia, ma da settembre a novembre circa la pianta Macarenia clavigera nel letto del fiume diventa rosso scarlatto e viola, aggiungendo sfumature alla sabbia gialla e all’acqua blu.

Per un altro spettacolo naturale, fate un’escursione di mezza giornata attraverso la Valle de Cocora, dove le palme più alte del mondo, palme di cera alte 40 m, spuntano come germogli.

L’elevazione di 3000 m intorno Boyacá metterà alla prova i vostri limiti © Brent Olson / Getty Images

Bicicletta

Due parole: Nairo Quintana. Questo piccolo e potente climber si è fatto i muscoli delle cosce in Colombia, diventando una pubblicità ambulante delle salite assassine del paese. La zona di origine di Quintana è Boyacá, dove gli aspiranti-Nairo si dirigono, sebbene l’altitudine (circa 3000 m) sia faticosa.

Medellín è senza dubbio la base migliore per il ciclismo della Colombia, ma dovrete imparare ad amare le colline.  Quella degna di nota qui, che attrae centinaia di ciclisti ogni weekend, è Alto de Las Palmas, che sale a circa 1000 metri sopra la città e verso l’alta valle Oriente, che è un’altra preferita tra i ciclisti.  Mettete insieme Alto de Las Palmas e il circuito della Vuelta Oriente e avrete un classico tragitto di circa 100km.

Con sezioni delle strade di Bogotá chiuse ogni domenica, la Ciclovía prende il sopravvento © Ivan_Sabo / Getty Images

Per prima cosa, però, provate una pedalata domenicale a Bogotá quando, per sette ore, le strade attraverso la capitale sono chiuse ai veicoli a motore e aperte alle bicilette. Conosciuta come Ciclovía, queste chiusure settimanali delle strade sono iniziate a metà degli anni Settanta, abbracciando un’idea innovativa che si sarebbe diffusa presto in tutto il mondo. Oggi, circa un milione di persone partecipa alla Ciclovía di Bogotá ogni fine settimana.

Come ci si aspetterebbe in un paese costellato di natura che unisce montagne e ciclisti sfegatati, anche la mountain bike è popolare.

Le vallate che producono caffè di Quindío offrono buoni percorsi e dagli altopiani intorno a Medellín potrete esplorare sentieri che scendono oltre 1000 metri attraverso foreste pluviali e fino alle gole del fiume.

La città di Taganga sulla costa caraibica è uno dei luoghi più economici dove imparare a fare immersioni del mondo © Anna Gibiskys / 500px

Immersioni e snorkeling

La Colombia possiede oltre 3.000 km di costa- Pacifica e Caraibica- perciò non sorprende che sia possibile effettuare eccellenti immersioni e snorkeling. I Caraibi vantano il primato per immersioni eccellenti, prime fra tutti le Isole di San Andrés e Providencia, a 700 chilometri dalla costa colombiana ma a poco più di 200 km dal Nicaragua.

Un gruppo di sub si prepara a tuffarsi fuori dall’isola di San Andres © Benoit Daoust / Shutterstock


Providencia si trova in cima a una delle barriere coralline più grandi del mondo, mentre San Andrés, 90 km a sud, possiede altri 15 km di barriera corallina. Nella più rilassata Providencia i siti di immersione popolari includono Manta’s Place, dove le pastinache americane scivolano nell’acqua, e Tete’s Place, dove la vita marina brulica tra fessure e grotte. A Felipe’s Place, una statua di Cristo sommersa si trova 20 metri sotto la superficie. A San Andrés Piramide è prolifica di pesci, polpi, murene e razze, mentre per i sub amanti dei relitti ci sono due navi affondate, il Blue Diamond e il Nicaraguense, al largo della costa dell’isola.

Per gli aspiranti subacquei, la città di Taganga, lungo la costa caraibica in terraferma, è uno dei luoghi più economici al mondo per imparare.

Il Río Fonce vicino a San Gil offre rapide di classe II e III © Markpittimages / Getty Images

Rafting

Il kayak rimane un’attività di nicchia in Colombia, ma ci sono molti luoghi famosi per il rafting nelle rapide. Quasi a metà strada tra Bogotá e Medellín, il Río Claro scolpisce un canyon di marmo, dove le rapide sono solo di prima classe, rendendo il percorso delicato e panoramico. A San Agustín, nel sud-ovest del paese, si può effettuare rafting sul fiume più lungo della Colombia, il Río Magdalena, che attraversa rapide di classe II e III, ma è San Gil il posto davvero speciale. La capitale dell’avventura della Colombia pulsa di attività – parapendio, bungee jumping, speleologia, canoa – ma soprattutto la città ruota intorno al rafting. Il Río Fonce offre una discesa di 10 km attraverso le rapide di classe II e III, mentre il Río Suarez offre l’esperienza completa di rodeo acquatico, portandovi nel vortice delle rapide di classe V. È praticamente solo acqua impetuosa sin dal momento della partenza, che si trova a un’ora di auto da San Gil, fino alla fine del viaggio alla confluenza del Río Suarez e del Río Fonce.

Suesca è una delle migliori destinazione per arrampicata del Sud America © Dalomo84 / Getty Images

Arrampicata

La Suesca è la capitale della roccia in Colombia. A solo un’ora di guida a nord di Bogotá, la città rurale è avvolta da una linea di scogliere di arenaria lunga 4 km che sovrasta il Río Bogotá e una ferrovia in disuso. Le scogliere sono a circa 10 minuti a piedi dalla città lungo i binari del treno e presentano più di 400 percorsi abbastanza ben divisi tra arrampicata tradizionale e sportiva. Le scogliere raggiungono altezze di 125 metri e ce ne sono in abbondanza per tutti i livelli – nella parte alta ci sono salite classificate intorno al 7c + / 5.13. C’è una buona offerta per scalatori a Suesca, con un campeggio alla base delle scogliere e un ostello con negozio di arrampicata nelle vicinanze.

Fonte: lonelyplanetitalia.it

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com