LAPPONIA SVEDESE: SCOPRIAMO L’ICEHOTEL COSTRUITO QUEST’ANNO NEL SUO 30° ANNIVERSARIO

LAPPONIA SVEDESE: SCOPRIAMO L’ICEHOTEL COSTRUITO QUEST’ANNO NEL SUO 30° ANNIVERSARIO

Il tanto atteso Icehotel #30 ha ufficialmente aperto a Jukkasjärvi, ed è stato progettato quest’anno da 33 artisti provenienti da
16 Paesi diversi.

La mostra di neve, ghiaccio e luce ha 15 suite d’arte con una gamma eclettica di design. Ad esempio, gli ospiti possono visitare una produzione teatrale ghiacciata nel West End, trascorrere la notte in una stanza di ghiaccio sotterranea con gigantesche formiche anch’esse di ghiaccio, sistemarsi in una tana di un felino di ghiaccio o svegliarsi nell’isola greca di Santorini.

Feline Lair by Brian McArthur e Dawn Detarando © Asaf Kliger Icehotel

I team di progettazione hanno costruito l’hotel sotto la guida del nuovo direttore creativo dell’hotel, Luca Roncoroni. Il tema per la sala principale è ‘Brutalism’, che celebra la costruzione della struttura, e la sala della Cerimonia a tema ‘Gingko’ mette in evidenza l’albero di ginkgo, che è visto come un simbolo di speranza, forza e longevità.

Ginkgo by Nina Kauppi e Johan Kauppi © Asaf Kliger Icehotel

A Night at the Theatre ha tende di ghiaccio, renne, un modello dell’ingresso dell’hotel al centro e un letto ghiacciato incastonato tra i posti in miniatura del teatro nell’auditorium. Ci sono anche sei posti di ghiaccio per far accomodare gli ospiti.

A Night at the Theatre by Jonathan e Marnie Green © Asaf Kliger Icehotel

L’Icehotel #30 segna 30 anni della popolare attrazione nella Lapponia svedese. Iniziò nel 1989, quando il fondatore Yngve Bergqvist decise di trasformare la sua attività estiva, che offriva rafting in acque bianche, saune e mountain bike, in un’esperienza per tutto l’anno. Aggiunse un piccolo igloo che consentiva ai visitatori di rimanere durante i mesi invernali e, tre decenni dopo, l’Icehotel ha accolto un milione di visitatori ed è diventato uno dei luoghi più famosi e unici al mondo in cui soggiornare.

The 6th Feeling by Ekaterina Barsukova e Vladimir Barsukov © Asaf Kliger Icehotel

L’Icehotel #30 è stato creato da quello che lo staff chiama “sn-ice”, che è una miscela di giganteschi blocchi di ghiaccio ricavati dall’acqua raccolta dal fiume Thorne e dalla neve. Quando si scioglie in primavera, l’acqua tornerà lì. Per celebrare il 30° anniversario, l’hotel ha costruito un ponte di osservazione scolpito nel ghiaccio, che offre una vista sul paesaggio ghiacciato circostante attraverso il fiume Thorne.

Subterranean by Daniel Rosenbaum e Jörgen Westin © Asaf Kliger Icehotel

Un soggiorno all’Icehotel offre la possibilità di combinare il sonno sul ghiaccio in una di queste suite uniche, con varie avventure invernali tra cui slitte trainate da husky, sculture di ghiaccio, motoslitta, gite in slitta trainate da renne, lezioni di fotografia dell’aurora boreale, cene nella natura selvaggia e rituali guidati nella sauna svedese. Per coloro che desiderano visitare in altri periodi dell’anno, l’Icehotel ha anche aperto un’esperienza permanente su ghiaccio e neve.

White Santorini by Haemee Han e Jaeyual Lee © Asaf Kliger Icehotel

“Come orgogliosi partner dell’originale Icehotel, siamo entusiasti di vedere i nuovi design e le espressioni artistiche scolpite nel ghiaccio”, afferma Jonathan Cooper di Visit Lapland. “Questa bella e sostenibile destinazione rimane una delle preferite dai viaggiatori della Lapponia svedese, e con i design nuovi di ogni anno arriva una nuova prospettiva. Ogni stanza racconta una storia che i designer vogliono condividere con il mondo e ogni anno le persone sono incantate dalle nuove storie che emergono “.

The Day After by Marjolein Vonkm e Maurizio Perron © Asaf Kliger Icehotel

Fonte: www.lonelyplanet.com

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com