TANGERI: IL LATO COSMOPOLITA DEL MAROCCO

TANGERI: IL LATO COSMOPOLITA DEL MAROCCO
Condividi

La città di Tangeri accoglie i viaggiatori all’estremo nord del Marocco.

Tangeri potrebbe essere scambiata per un museo: ovunque si guardi, c’è una gran quantità di tesori storici e di monumenti che attestano i fasti di un tempo. E tuttavia, non è minimamente pietrificata o impantanata nella nostalgia di un’epoca passata. E’ una città attiva e piena di vita. I souk sono chiassosi e i colpi di martello degli artigiani echeggiano tra i vicoli.

Passeggiate per Tangeri, la Città Bianca, lungo le strade fiancheggiate da case imbiancate a calce e, come Matisse e Delacroix prima di voi, lasciatevi trasportare dall’atmosfera sognante della città. Perdetevi nei vicoli del Grand Socco o restate ai piedi delle alte muraglie della kasbah ad ammirare la fortezza che domina la medina. A pochi passi di distanza si trova il Palazzo del Sultano, che oggi è dedicato alle arti marocchine. Tangeri si tinge anche di influenze spagnole, tra cui un’arena presso la Plaza de Torros, il famoso Teatro Cervantes, costruito nel 1913, e il Café Hafa, dove Sean Connery e i Rolling Stones hanno sorseggiato il tè alla menta.

Il fascino della città ha da sempre ispirato grandi artisti. Oggi Tangeri mostra anche il suo patrimonio musicale: la città ospita ogni anno un festival di jazz e anche le Notti del Mediterraneo, un evento che celebra i suoni di tre continenti. Ci sono tesori di architettura ispano-moresca e meravigliose opere di artigiani locali, così come festival molto piacevoli e le creazioni più moderne.

A Tangeri ci sono due mercati famosi: il Grand Socco e il Petit Socco. Le strade della medina sono animate dal trambusto dei commercianti. Uno stand di prodotti vende limoni, olive e fichi: una vetrina di tutti i colori sotto il sole. Altrove, un conciatore batte i pellami e lucida il cuoio mentre una commessa sistema guarnizioni e nappe decorative. Raggiungete a piedi il Petit Socco per una pausa veloce sulla terrazza di uno dei suoi caffè amati da artisti famosi.

Tangeri si affaccia sullo stretto di Gibilterra. Si tratta di un luogo con così tante attrazioni naturali e culturali che non vorrete più ripartire. Tangeri vi aspetta con le sue spiagge autentiche e confortevoli ed i suoi famosi panorami intervallati da infrastrutture moderne.

La spiaggia principale si trova nel cuore della città, il che la rende facilmente accessibile. Le sue distese di sabbia bianca e fine sono vicine ai migliori alberghi: sarete quindi a pochi passi da una giornata di ozio oppure di sci nautico, di vela o di immersioni subacquee in acque calme e sicure. La strada che corre lungo la scogliera è fiancheggiata da bar e ristoranti dove si può sorseggiare un drink o gustare del pesce fresco. La zona si anima di notte con musica ed un’atmosfera cordiale e accogliente.

Nuotare all’ombra dello Stretto

Se vi piacciono le immersioni, tuffatevi nelle acque dello stretto di Gibilterra e rifatevi gli occhi con le spettacolari scene subacquee di pesci che passano velocemente intorno ad alghe e rocce. Più a ovest, al largo della costa atlantica, i visitatori affollano Cap Spartel, che ospita le Grotte di Ercole. L’enorme roccia di granito è trafitta dalla luce e da grotte che si aprono sull’oceano e sul continente africano. È uno spettacolo come nessun altro. Sulla costa mediterranea, Ksar Sghir è altrettanto interessante, con graziose calette che vi lasceranno dei ricordi indimenticabili. Contemplate il paesaggio, sereni e in armonia con la natura.

Il golf è uno degli sport favoriti locali. Il percorso a 18 buche di Tangeri attesta una lunga tradizione. Progettato dagli architetti Cotton e Penninked inaugurato nel 1914, è stato il primo campo da golf in Marocco. Oggi è un percorso moderno con fairways, green e bunker in una splendida cornice. L’aria che aleggia trai pini e i cipressi profuma di eucalipto e Tangeri fa da sfondo mentre voi vi godete la vostra passione.

Sulla frontiera tra Europa e Africa, Tangeri è una città vivace e cosmopolita a cavallo tra due mondi in cui si mescolano passato e presente.

Fonte: visitmorocco.it

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com