IL CUORE DELLA FINLANDIA: LA REGIONE DEI LAGHI!

IL CUORE DELLA FINLANDIA: LA REGIONE DEI LAGHI!
Condividi

Quasi tutta la Finlandia potrebbe essere definita una ‘regione dei laghi’, ma da queste parti sembra veramente esserci più acqua che terra. E che acqua! Limpida e scintillante, riflette il cielo e le foreste con la perfezione di uno specchio. Non c’è modo migliore per esplorare questa regione che prendere una canoa o salire a bordo di uno storico battello a vapore per fare una placida crociera tra laghi e canali

Anche la terraferma ha molto da offrire. Gli appassionati di architettura arrivano da ogni dove per visitare gli edifici progettati da Alvar Aalto, mentre le tranquille foreste di abeti rossi, pini e betulle sono un vero paradiso per gli escursionisti. E dopo tutte queste attività, troverete sempre ad attendervi una sauna per rilassarvi a fine giornata.

Il Castello di Olavinlinna ©Nikiforov Alexander/Shutterstock

Savonlinna

Adagiata su una serie di isolette tra il Lago Haukivesi e il Lago Pihlajavesi, Savonlinna è una delle località più graziose e affascinanti della Finlandia. La città si sviluppa intorno alla sua attrattiva più conosciuta, lo scenografico Castello di Olavinlinna (XV secolo), che nel mese di luglio di ogni anno diventa la spettacolare cornice di un festival lirico di fama mondiale. In estate, quando i bagliori del sole si riflettono nel lago e l’aria profumata dai pini si riempie delle arie operistiche, la città assume un’aura magica. In inverno il paesaggio ammantato di neve è quasi fiabesco e i cordiali abitanti del posto riservano ai visitatori una calda accoglienza.

Punkaharju

Punkaharju è il famoso esker (crinale formato da sabbia o ghiaia) ammantato di pini sulle sponde del Lago Saimaa, pubblicizzato come ‘paesaggio nazionale finlandese’. Questa regione fu dichiarata area protetta dallo zar Alessandro I già nel lontano 1803 e in seguito divenne una delle mete di villeggiatura estiva preferite dei membri della nobiltà di San Pietroburgo. Il paesaggio incontaminato è molto pittoresco e ideale per fare escursioni a piedi, in bicicletta e con gli sci di fondo. Punkaharju può essere visitata con una comoda escursione in giornata da Savonlinna, ma questa zona è talmente attraente che varrebbe la pena di trattenersi più a lungo.

La foca dagli anelli di Saimaa è una rara specie di foca d’acqua dolce©Seppo Ulmanen/500px/Getty Images

Laghi delle Foche

Costituiti prevalentemente da laghi, i due parchi nazionali situati nei pressi di Savonlinna – Kolovesi e Linnansaari – presentano incantevoli paesaggi lacustri punteggiati di isole e ideali da esplorare in canoa o in kayak. Al loro interno ci sono diversi operatori che noleggiano imbarcazioni e lungo le sponde dei laghi ci sono molte aree adibite al campeggio libero. Di tutta la Regione dei Laghi questa zona è con ogni probabilità quella che si presta meglio a immergersi in una natura meravigliosamente incontaminata.

Inoltre questo è l’habitat della foca dagli anelli di Saimaa, una rara specie di foca d’acqua dolce. Separatasi dai suoi parenti baltici alla fine dell’ultima Era Glaciale, questa specie è stata a rischio di estinzione per gran parte del XX secolo a causa della caccia spietata e dell’impatto umano sul territorio. Pur contando attualmente solo 300 esemplari, la popolazione di foche dagli anelli di Saimaa risulta oggi in leggero aumento. Il periodo migliore per avvistarle coincide con gli ultimi giorni di maggio, ovvero il periodo della muta, quando trascorrono molto tempo sulle rocce.

Il Säynätsalon Kunnantalo, progettato da Alvar Aalto ©Claudio Divizia/Shutterstock

Alvar Aalto

Tra le opere più significative di Alvar Aalto presenti a Jyväskylä meritano di essere ricordati gli edifici principali dell’università, l’Alvar Aalto Museo, il Keski Suomen Museo, i tre edifici del Centro Amministrativo e Culturale, il Circolo operaio, la Vitatorni Apartment Tower e diverse case situate nei quartieri residenziali della città. Fuori città, due edifici da non perdere sono il Säynätsalon Kunnantalo e il Muuratsalon Koetalo.

Jätkänkämppä

Questa grandissima savusauna (sauna a fumo) consente di vivere una memorabile esperienza collettiva. Si tratta di una sauna mista con 60 posti a sedere, dove all’ingresso vi verrà dato un asciugamano. Ricordate di portare con voi un costume per poi potervi tuffare nel lago – i finlandesi e i turisti più coraggiosi lo fanno anche quando l’acqua è coperta da una crosta di ghiaccio. La sauna e il tuffo nel lago devono essere ripetuti diverse volte. Alla fine acquistate una birra e centellinatela contemplando il lago, immersi nella quiete nordica.

Valamon Luostari

L’unico monastero ortodosso della Finlandia sorge in posizione idilliaca su un’isola del Lago Juojävi. I visitatori sono liberi di girare tra gli edifici e di entrare nelle chiese. La più antica fu realizzata collegando due baracche; la rustica architettura degli esterni contrasta con la ricchezza delle icone dorate esposte all’interno. La chiesa nuova, profumata d’incenso e caratterizzata dalla tipica cupola a cipolla, custodisce al suo interno alcune elaborate icone. Dal monastero si diparte un sentiero lungo 4,5 km che conduce alla Croce dei Pellegrini, una croce in legno situata sulla sponda del lago.

Le visite guidate del monastero si svolgono la domenica dalle 10 alle 17 e durante l’alta stagione estiva anche in altri giorni. I visitatori possono anche assistere alle funzioni. La comunità monastica incoraggia apertamente l’afflusso di visitatori, che troveranno ad attenderli un self service, un vasto gift shop, alcune sistemazioni per la notte e una cantina dove è possibile degustare e acquistare i vini e il whisky prodotti dai monaci. Tenete presente che per visitare il monastero è richiesto un abbigliamento sobrio: gonna o pantaloni lunghi e spalle coperte.

Non c’è modo migliore per esplorare questa regione che prendere una canoa © Telia

In canoa lungo la via dello scoiattolo

Oravareitti (Via dello Scoiattolo) è un itinerario canoistico considerato da molti tra le attrattive principali della Regione dei Laghi. Questo percorso, lungo 57 km e adatto anche alle famiglie e ai canoisti alle prime armi, inizia a Juva e si snoda tra laghi, fiumi e facili rapide fino a Sulkava. Il viaggio è molto panoramico e rilassante e ci si sente lontani mille miglia dalle preoccupazioni della vita quotidiana. Alcuni cartelli dislocati lungo il percorso forniscono informazioni sull’ambiente e sulle caratteristiche naturali della zona.

In teoria, l’itinerario può essere percorso in due giorni, pernottando in un buon campeggio situato a metà del percorso. Per farlo, occorre però pagaiare dalle sei alle nove ore al giorno, per cui potrebbe rivelarsi preferibile prendersela comoda e portarlo a termine in tre o quattro giorni. In questo caso avrete bisogno di una tenda, che potrete noleggiare allo Juva Camping. Un’altra possibilità consiste nel farsi portare a un certo punto del percorso, in modo da abbreviare il tragitto del primo giorno. La fine della primavera e l’inizio dell’estate sono i periodi di massima portata dell’acqua (e quindi i migliori per compiere l’escursione).

Lungo il percorso si incontrano a intervalli regolari punti attrezzati per la sosta, con servizi igienici e posti per accendere il fuoco. Dopo essere partiti dallo Juva Camping, si percorrono i primi 8 km pagaiando senza difficoltà nello Jukajärvi fino all’inizio del tratto lungo il fiume Polvijoki, dove bisogna trasportare la canoa oltre la diga tenendosi sul lato destro. Dopo avere attraversato i due piccoli laghi di Riemiö e di Souru, si raggiungono le rapide di Voikoski, lunghe 200 m e facili da superare. A questo punto si prosegue lungo il canale, alla fine del quale occorre trasportare la canoa dalla parte opposta della strada, per poi affrontare il Karijoki.

Sulle sponde del Kaitajärvi si trova il Sulkavan Oravanpesät, un accogliente campeggio dotato di piazzole per tende, bungalow e un’apprezzatissima sauna a fumo. Anche i gestori di questo campeggio noleggiano canoe e kayak e offrono il trasporto lungo il percorso. In questa struttura troverete anche un chiosco che vende bevande e serve pasti, che però devono essere prenotati con un certo anticipo. A questo punto ci si trova più o meno a metà dell’itinerario. Il tratto successivo comprende una serie di rapide, tra cui le Kissakoski e le forti correnti del Kyrsyänjoki. Si continua poi lungo i fiumi Rasakanjoki e Tikanjoki, prima di raggiungere il grande Lago Halmejärvi. L’itinerario prosegue lungo la sponda occidentale del Lohnajärvi fino al fiume Lohnankoski. Da questo punto inizia una facile pagaiata lungo il Kuhajärvi che ‒ dopo un’ultima serie di rapide ‒ conduce a Sulkava. Il percorso termina ufficialmente presso il Centro Nautico Kulkemus, situato sulla destra poco oltre il ponte, dove si trovano anche un caffè ed è possibile campeggiare.

Fonte: lonelyplanetitalia.it

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com