IL SITO ARCHEOLOGICO DI VOLUBILIS, L’ANTICA CITTÀ ROMANA DEL MAROCCO

IL SITO ARCHEOLOGICO DI VOLUBILIS, L’ANTICA CITTÀ ROMANA DEL MAROCCO

Mosaici, cicogne e bordelli: questa antica città aveva tutto!

Costruita e occupata nel III secolo a.C., Volubilis aveva ospitato fenici, cartaginesi e romani prima di essere abitata dai locali a partire dal 285 d.C.

La città rimase occupata dai cristiani latini, poi dai musulmani e successivamente dalla dinastia Idrisid, i fondatori del moderno Marocco. Nell’XI secolo, fu abbandonata quando la sede del potere si spostò a Fès, e le pietre della città furono saccheggiate per la costruzione di Meknès dopo un potente terremoto nel 18° secolo.

Sotto l’occupazione francese, gli scavi identificarono ufficialmente il sito come la città romana di Volubilis. Gli scavi rivelarono gloriosi pavimenti a mosaico, templi, una basilica, un acquedotto, bagni, cancelli e, come in ogni buon centro storico, bordelli.

Oltre ai soliti uomini berberi che vendono cartoline e “autentiche” monete romane, la città è ora occupata da un nuovo tipo di residente: le cicogne. Quale posto migliore per questi grandi uccelli per costruire i loro grandi nidi che sopra una colonna romana? I lati lisci delle colonne li proteggono da qualsiasi animale terrestre e le loro dimensioni garantiscono una protezione dall’alto. Le cicogne possono essere viste in tutto il Marocco, e spesso nidificano in cima ai monumenti.

Nel 1997, la città di Volubilis è stata designata patrimonio mondiale dell’UNESCO. Una breve sosta per la visita di solito fa parte di un pacchetto turistico, trovandosi sulla strada che va da Meknès a Fès.

Fonte: atlasobscura.com

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com