LA BIENNALE D’ARTE DI BANGKOK VA IN SCENA NEI TEMPLI DELLA CITTA’

LA BIENNALE D’ARTE DI BANGKOK VA IN SCENA NEI TEMPLI DELLA CITTA’

La Biennale d’Arte di Bangkok
si svolgerà in 20 siti in tutta la città,
dal 19 ottobre 2018 al 3 febbraio 2019.

Yayoi Kusama, Elmgreen & Dragset e Marina Abramovic si uniscono a 75 artisti contemporanei all’edizione inaugurale della biennale.

La prima Biennale d’Arte di Bangkok in Thailandia ospita l’arte di 75 artisti provenienti da 33 paesi. Presenteranno il loro lavoro in 20 siti in tutta la città, inclusi diversi templi antichi che ospiteranno l’arte contemporanea per la prima volta.

Choi Jeong Hwa, Happy Happy Project: Breathing Flower (2018)

È una mossa vincente per la biennale, che ha collaborato con l’Autorità per il Turismo della Thailandia, con il Convention and Exhibition Bureau e altre organizzazioni governative per garantire un accesso senza precedenti al Wat Pho, il Tempio del Buddha Sdraiato, al Wat Prayoon, chiamato il Tempio di Iron Fence, e Wat Arun, noto come il Tempio di Dawn.

Kawita Vatanajyankur, Shuttle.

Apinan Poshyananda, amministratore delegato e direttore artistico della biennale, ha recentemente dichiarato: “Abbiamo creato qualcosa che non è mai stato fatto prima: nuove opere d’arte che saranno collocate all’interno di siti antichi. Questi templi significano molto per l’identità e la fede di questo paese ed è stato un onore celebrarli e affiancarli a queste opere d’arte”

Huang Yong Ping, Zuo You He Che (2005–06)

Altri siti includono gemme architettoniche storiche come l’East Asiatic Building, in stile veneziano del XIX secolo, dove esporranno i due artisti Elmgreen & Dragset, e monumenti contemporanei come Bangkok Skywalk e il grattacielo One Bangkok. Pochi dettagli sono stati annunciati fino ad oggi, ma si è a conoscenza che Huang Yong Ping mostrerà la scultura di animali in argilla cotta insieme ad altre opere al Wat Pho.
Saranno presenti anche le opere di altri artisti tra cui Yayoi Kusama, Lee Bul e Choi Jeong Hwa.

Choi Jeong Hwa, Happy Happy Project: Breathing Flower (2018).

La Tailandia presenterà anche artisti locali con opere di Pichet Klunchun, Sakarin Krue-On, Natee Utarit, Chumpon Apisuk e Kawita Vatanajyankur.

Marina Abramović, The Method (2017).

I visitatori potranno anche partecipare al Marina Abramović – The Method, un laboratorio condotto dall’Istituto Marina Abramović, che si terrà dal 19 Ottobre all’11 Novembre. L’artista terrà una conferenza il 24 ottobre al Siam Pavalai.

 

 

Fonte: Easia Travel – Artnet News – Photo courtesy of the Bangkok Art Biennial.

 

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com