LA CAVA DI BAUXITE DI OTRANTO

LA CAVA DI BAUXITE DI OTRANTO
Condividi

Un laghetto dalle acque color smeraldo incastonato in un cratere di terra rosso e circondato dal verde brillante della vegetazione circostante…. siamo su un altro pianeta?

Ci troviamo nella cava di Bauxite di Otranto!

La Bauxite è un minerale dal quale si ricava l’alluminio. Il giacimento fu scoperto nel 1940 e lo sfruttamento cessò nel 1976. Da questo momento “grande MADRE NATURA” si è riappropriata del territorio ricreando un ecosistema ricco di flora e fauna.

Dopo l’abbandono della cava, l’acqua proveniente dalle falde acquifere presenti nel territorio, ha formato un laghetto, il cui colore verde è particolarmente intenso, perché ci sono residui di Bauxite. I calanchi che circondano il cratere sono color rosso ruggine grazie alla presenza del minerale e il contrasto cromatico con l’ambiente circostante mette maggiormente in risalto il verde vivace della vegetazione.

In questo paesaggio estremamente suggestivo si ha la netta sensazione di quanto la Natura riesca sempre a prevalere per rimediare all’intervento umano, che ha modificato l’ambiente durante l’estrazione del minerale, diventando un luogo di riferimento per molte specie animali.

L’abbandono della cava ha permesso alla Natura di avanzare e, anche se ogni tanto la terra rossa, che circonda la cava, viene prelevata per la produzione di colori utilizzati dall’artigianato locale, il rispetto dei processi naturali del territorio è garantito.

 

 

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com