L’EUROPA PROGETTA UNA NUOVA RETE FERROVIARIA PER TRENI ULTRA VELOCI

L’EUROPA PROGETTA UNA NUOVA RETE FERROVIARIA PER TRENI ULTRA VELOCI

La nuova rete di treni “ultra rapidi” potrebbe far parte della ripresa post-pandemia in Europa

Mentre l’Europa inizia a emergere dalla pandemia di coronavirus, i politici stanno discutendo su nuovi incentivi finanziari per aiutare a rilanciare l’economia una volta che i viaggi ricominceranno. Una di queste proposte, pubblicata dal Vienna Institute for International Economic Studies, include un piano per una rete di treni ultra rapidi che colleghi le capitali europee e che dimezzi i tempi di percorrenza attuali e potrebbe far volare queste rotte obsolete.  

A train link from Dublin to Paris is on the list ©MorganPaar/Budget Travel

Il piano suggerisce quattro percorsi principali:

Dublino – Parigi, con un collegamento in traghetto tra Cork, Irlanda e Brest, Francia

Lisbona – Helsinki, che attraversi la Polonia e i Paesi Baltici sul lato meridionale e Stoccolma e Copenaghen su quello a nord

Bruxelles – La Valletta, Malta

Berlino – Nicosia (Lefkosia), Cipro, con un collegamento in traghetto tra il Pireo e Paphos in Grecia e un circuito tra Vienna, Austria e Sofia, Bulgaria.

There might be a train from Brussels to Malta ©Peter Luxem/500px

Riducendo la necessità di volare, nonché il numero di veicoli su strada, questa proposta potrebbe contribuire a ridurre l’impronta di carbonio dell’Europa, collegando al contempo capitali mal servite e potenziali Stati membri dell’UE, in particolare nella parte sud-orientale del continente.

“Il taglio di circa la metà delle operazioni di trasporto aereo nazionale di passeggeri nell’UE ha il potenziale di ridurre le emissioni globali di CO2 nell’aviazione commerciale di circa quattro-cinque punti percentuali”, afferma l’Istituto.

Nicosia in Cyprus could connect with Berlin. ©Klemen Misic/Shutterstock

L’Europa ha già alcuni collegamenti ferroviari ad alta velocità, come quelli tra Parigi e Strasburgo in Francia e Madrid e Barcellona in Spagna, ma si tratta di progetti nazionali invece di una rete di attraversamento del continente e pochi di questi possono raggiungere la velocità di 300 km/h. Poiché la ferrovia europea è nata attraverso singoli Paesi, la rete è frammentata, con diverse tipologie di scartamento, di elettrificazione e di altezze delle piattaforme delle stazioni.

Se si possono raggiungere velocità di 250–350 km/h, ” ciò consentirebbe ai passeggeri di dimezzare i tempi di viaggio ferroviari attuali, ad esempio da Parigi a Berlino a circa quattro ore, rendendo il viaggio aereo per gran parte del sistema trasporto passeggeri europeo obsoleto “, afferma il rapporto.

Fonte: lonelyplanet.com

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com