LA PROVENZA IN TUTTE LE STAGIONI

LA PROVENZA IN TUTTE LE STAGIONI

La Provenza, con la varietà dei suoi paesaggi e il clima mite, rappresenta una meta imperdibile tutto l’anno

Il mare cristallino, i borghi di charme dell’entroterra, tour enogastronomici che risvegliano i sensi e l’olfatto, passeggiate nei campi di lavanda e poi ancora trekking tra le montagne dell’Alta Provenza che rendono i parchi naturali e regionali suggestivi e molto belli in tutte le stagioni. E se siete amanti dello sci e degli sport invernali, numerose sono le stazioni sciistiche a disposizione anche vicine al confine Italiano. La Provenza è più di una regione, è l’incontro tra bellezza naturale e armonia architettonica, è il risultato di profumi e sapori incredibili, è la vostra meta ideale per tutto l’anno.

La quiete della Montagna-Purealpes

Per immergersi davvero nella quiete e ispirare i profumi dell’autunno, vi suggeriamo quest’anno alcuni dei parchi naturali più belli e vicini all’Italia, immersi nel cuore delle montagne provenzali. Il parco Nazionale del Mercantour con le sue 6 valli posizionato tra mare e montagna vi stupisce con una flora e fauna uniche, Il parco nazionale degli Écrins è un ecosistema ricchissimo i cui sentieri incontaminati sono l’ideale per gli amanti del trekking, inoltre le vette del massiccio di questa zona sono la seconda meta più importante per l’alpinismo in Francia. Il Parco naturale regionale del Queyras è invece il luogo ideale per gli escursionisti: il paesaggio è ricco di boschi, laghi, gole maestose e inoltrandosi al suo interno, è possibile visitare anche l’imponente fortezza arroccata di Chateau Queyras.

Per gli appassionati di scii le cime innevate delle Alpi Provenzali offrono ben 2500 km di piste invernali e 1200 km di piste per lo scii nordico.

Sulle tracce dei vini della valle del Rodano e i vini di Provenza

Un proverbio provenzale cita: “Un giorno senza vino è come un giorno senza sole”, quindi perché non concedersi qualche giorno per scoprire i luoghi particolari dove gustare un buon bicchiere di vino?

Le tappe sono molte, ma vi consigliamo alcune tra le nostre preferite: recatevi a Rasteau e poi Cairanne, qui salite sulla cima del villaggio, non solo troverete delle cantine con prodotti meravigliosi, ma potrete contemplare una distesa infinita di vigneti. Se volete poi unire il piacere del vino alla bellezza delle antiche vestigia, fermatevi a bere qualcosa anche a Vaison-la-Romaine, la città racchiude infatti il più grande campo di scavi romani della Francia!

Sono numerosi gli AOC (Côtes de Provence, Coteaux d’Aix en Provence, Coteau Varois, Cairanne, Chateauneuf du Pape). in quest’ultimo si nasconde una delle tenute più antiche di tutta la Francia frutto di una vendemmia fatta ancora manualmente secondo la tradizione e l’AOC Côtes de Provence, un vino rosé molto pregiato.

Non solo grandi musei ma la regione offre anche perle nascoste nel suo territorio per gli amanti della cultura e delle tradizioni locali. Non c’è nulla di meglio che fermarsi nei pressi della stazione termale di Gréoux-les-Bains, nell’Alta Provenza, qui, oltre al suggestivo castello dei templari, potrete visitare anche il museo delle Vetrate, per scoprire tutti i segreti di questo antico mestiere. Vedere le stelle, poi, non è mai stato così bello come a Saint-Michel-l’Observatoire, un villaggio che ospita un osservatorio astronomico posizionato proprio dove si dice esserci il cielo più puro della Francia.

Se invece decidete di spostarvi verso Aix-en-Provence, avrete anche l’occasione di scoprire la fondazione Vasarely, anche detta “città policroma della felicità”, progettata in alluminio e vetro per immergere il visitatore nel mondo grafico dell’artista visivo Victor Vasarely, fondatore della Op Art e appassionato di forme geometriche, giochi ottici e cinetici.

L’Apéro: aperitivi provenzali

Che voi siate in città, in campagna, al mare o in montagna, in Provenza il momento più importante della giornata è “l’apéro” e se vi trovate da quelle parti, vi diamo qualche suggerimento su cosa ordinare per sentirvi dei veri provenzali. Il Pastis, il tipico liquore all’anice francese. Se non avete la possibilità di visitare la bella Provenza in questo periodo, niente paura! Vi consigliamo qualche ricetta sfiziosa per gustare il tipico aperitivo provenzale anche dal divano di casa vostra.

Tapenade

La tapenade è una purea a base di olive che si mangia sul pane tostato.

Tapenade: 250 g di olive nere o verdi snocciolate, 5 acciughe sotto sale o 10 filetti d’acciuga sott’olio (a piacere), 50 g di capperi (circa 2 cucchiai), 2 spicchi d’aglio, 10 cl di olio d’oliva (+ o -), un pizzico di pepe.
Frullate gli ingredienti grossolanamente e tostate delle fette di pane.

Panisse

Scaldate 1 litro l’acqua senza farla bollire e aggiungere 1 cucchiaio di sale, 1 cucchiaio di olio e un pizzico di pepe. Incorporate poi 250 g di farina di ceci mescolando per circa 15 minuti con una frusta per evitare grumi. Quando l’impasto si è addensato ed è diventato liscio, versatelo in una pirofila. Coprite e conservate questo preparato in un luogo fresco per almeno 2 ore quindi tagliatela con un coltello affilato a fette e fatela rosolare in olio molto caldo.

Fonte: Atout France in Italia – Agenzia per lo sviluppo del Turismo Francese – www.france.fr

Foto di Gordes: @MagoniP

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com