LAMPEDUSA E L’ISOLA DEI CONIGLI

LAMPEDUSA E L’ISOLA DEI CONIGLI
Condividi

Contrariamente a quanto suggerisce il suo nome,
qui non troverai coniglietti!

L’isola di Lampedusa è il pezzo di terra più meridionale d’Italia – è così a sud del continente europeo che è geologicamente una parte dell’Africa. Appena fuori dalla sua riva, c’è un piccolo isolotto chiamato Isola dei Conigli, tradotto in inglese Rabbit Islet, con un nome piuttosto fuorviante.

L’Isola dei Conigli in realtà non è sempre un’isola e, a volte, un piccolo istmo di sabbia lo collega a Lampedusa. A causa di questa caratteristica peculiare, l’isola fu chiamata Rabit Islet in una mappa nautica del 1824, riferendosi al termine arabo rabit, che significa “collegamento” o “connessione”. Nelle mappe successive, questo nome fu ritenuto un errore di ortografia e “rabit” è diventato “rabbit”, tradotto dall’inglese: “coniglio”

Un’altra teoria sull’origine del nome dell’isola dice che la piccola connessione terrestre consentiva ad alcuni conigli di raggiungere l’isolotto di Lampedusa. Ma quando la marea inghiottì il ponte di terra, i conigli rimasero bloccati sull’isola e, facendo quello che fanno i conigli,si  riprodussero rapidamente e sovrappopolarono il luogo. Secondo questa teoria, la colonia di conigli in seguito morì, ma il nome dell’isola sopravvisse.

Oggi l’isolotto fa parte di una riserva naturale e la sua spiaggia è uno dei pochi posti in cui la tartaruga marina depone le uova. È anche popolato da molti gabbiani e lucertole, ma non da conigli!

Fonte: Atlasoscura.com

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com