VIBRAZIONI AL MUSEO DEL SAX: I CONCERTI DAL 23 OTTOBRE

VIBRAZIONI AL MUSEO DEL SAX: I CONCERTI DAL 23 OTTOBRE

Il Museo del Sax (ofono) con il prossimo 23 ottobre riprenderà la sua programmazione concertistica con la rassegna musicale “Vibrazioni”.

Coprirà autunno e inverno fino alla fine del 2021.
Si comincia, appunto, il 23 – con un mix di mito, leggenda e innovazione – con le colonne sonore dei film più dell’agente 007. James Bond, nel corso dei suoi avventurosi vagabondaggi, fa un “pit stop” press il Museo del Sax per partecipare al progetto musicale del New Hammond 4tet guidato da Riccardo Fassi.

Sono, le colonne sonore dei film dell’agente nato dalla penna di Ian Fleming, musiche che tutti ricordano, di grande suggestione, che creano atmosfere uniche e che ora vengono rivisitate in chiave jazz e funk tra tastiere e sax in una interessante tessitura orchestrale. Goldfinger, Thunderball, Diamonds are forever, From Russia with lovela musica del gruppo accende un intenso dialogo tra i musicisti, vivace e improvvisato, creando nuove emozioni che sanno coinvolgere il pubblico.

Riccardo Fassi Hammond è pianista-tastierista e uno dei più talentuosi compositori del jazz italiano, vincitore di vari premi. Opera in varie formazioni oltre che con la sua orchestra Tankio Band e ha suonato con alcuni dei nomi più celebri a livello internazionale.

Il 31 ottobre c’è un altro appuntamento per la notte delle streghe: Halloween Jazz Night con Alberto Botta & Friends, il mitico batterista di Renzo Arbore e di “Quelli della notte”, che, insieme ad ottimi musicisti swing, propone un repertorio frizzante, con note da sabba infernale!!

Il 6 novembre la scena è del progetto Adolphe Sax Days con il talento di Jacopo Taddei al sax e Antonino Fumara al pianoforte. Il percorso musicale è creato per offrire una esaustiva panoramica delle fondamentali partiture del repertorio saxofonistico.

Il 7 novembre tocca ad Attilio Berni con il progetto Saxophobia Quartet. Musiche, storie e strumenti per raccontare la storia e la metamorfosi dello strumento divenuto icona del ‘900. Berni è ben conosciuto dagli estimatori del genere in quanto musicista e polisaxofonista lui stesso, grande collezionista di sax e direttore del Museo. Si può ben dire che la sua è una vita dedicata interamente alla ricerca, alla musica, all’insegnamento e al collezionismo raccogliendo centinaia di preziosi esemplari… “per dare forma alla storia, ai sogni e alle passioni da sempre soffiate nel più affascinante degli strumenti musicali

Il 20 novembre si esibisce il sestetto di Gianluca Galvani con un progetto dedicato a Louis Armstrong a 50 anni dalla scomparsa del grande trombettista di New Orleans.

Il 4 dicembre in programma il concerto di Greg e Max Mirone.

Sul sito ufficiale del Museo saranno riportati gli ulteriori appuntamenti del mese. I biglietti si possono acquistare presso il Museo o in prevendita sul sito Liveticket.

Daniela Di Monaco

Massimo Terracina

Giornalista dal 1987, si è sempre occupato di sport ('82-'98) e turismo (dal '92 ad oggi). Ha fatto esperienza sul campo lavorando in adv e to (gsa compagnia aerea) per poi passare alla stampa trade, consumer, online con anche esperienze televisive. La sua casa è il mondo e vorrebbe tornarci al più presto perché, questo, significherebbe la fine della pandemia.
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com