SOJERN: IL MARKETING DIGITALE SECONDO LUCA ROMOZZI

SOJERN: IL MARKETING DIGITALE SECONDO LUCA ROMOZZI

Sojern è una piattaforma di marketing digitale il cui scopo è dare maggiori possibilità di intercettare turisti online partendo dal momento in cui iniziano a progettare (e immaginare) la vacanza fino alla concretizzazione della scelta della destinazione.

Ce ne parla Luca Romozzi, senior director e responsabile delle partnership con le destinazioni in Europa e clienti nel Sud Europa, la cui sede operativa è Londra.

Relatore a Hicon, la conferenza italiana dedicata all’innovazione e alle più avanzate tecnologie nell’ambito del turismo e dell’ospitalità, svoltasi a Bologna la scorsa settimana, è stato anche relatore a BTO – Firenze, con un intervento dal titolo
“L’efficacia dei media di viaggio digitali nella comunicazione innovativa delle destinazioni”.

«La nostra piattaforma viene alimentata dai dati racolti in real time, ossia tutte quelle tracce digitali a partire dalle ricerche effettuate in rete, dalle intenzioni di viaggio fino alle prenotazioni, che rappresentano la base di applicazione dei nostri algoritmi – spiega Romozzi – Il tutto viene integrato dalla tecnologia dell’intelligenza artificiale che ci permette poi di effettuare una attenta profilazione del cliente al fine di proporre una efficace soluzione di marketing digitale, mediante l’utilizzo di campagne mirate per raggiungere il target confacente a chi utilizza i nostri servizi ».

Nella comunicazione digitale dei territori per Sojern diventa indispensabile, non solo la brand awareness, ma anche l’efficacia e il ritorno economico degli investimenti promozionali.

Anche il turismo può garantire la misura dei risultati dei propri investimenti promozionali attraverso i KPIs (Key Performance Indicators)
«La tecnologia ci permette di scoprire anche le emozioni che ci sono dietro alcune scelte e intenzioni di viaggio – continua Romozzi – ma oltre a calcolare l’impatto emotivo, l’efficacia di una campagna deve essere misurabile anche a livello pratico».

La mancanza attuale di risorse, o la contrazione degl investimenti, legata alla contingenza del preriodo fa si che si debba essere estremamente precisi e tempestivi negli investimenti.

Sojern
Luca Romozzi


A questo scopo Sojern ha lanciato da un mese, anche in Europa, il Co-Op Marketing Program progettato per aiutare le DMO(Destination Marketing Organization) a incanalare la domanda dei viaggiatori. La pandemia ha avuto un impatto enorme su viaggi e turismo e questo programma consente la collaborazione su campagne di marketing digitale tra DMO, hotel e attrazioni, per sostenere insieme la ripresa del mercato.


È necessaria una cooperazione coordinata ora più che mai al fine di costruire un turismo più resiliente, responsabile e sostenibile. Il programma cooperativo di Sojern può essere personalizzato per soddisfare gli obiettivi specifici di ciascun partecipante, sia che si tratti di generare consapevolezza per una destinazione o di aumentare le visite. Indipendentemente dall’obiettivo della campagna. Con questo programma Sojern ha realizzato 11 miliardi di euro di prenotazioni per oltre 10.000 brand turistici globali tra cui destinazioni, attrazioni, hotel, compagnie aeree, operatori di crociere e altro ancora. Per questo Sojern è stata nominata dall’UNWTO come semifinalista per il premio ‘Healing Solutions for Tourism’ che le riconosce di aver contribuito a mitigare l’impatto del COVID-19 nel settore.

Massimo Terracina

Giornalista dal 1987, si è sempre occupato di sport ('82-'98) e turismo (dal '92 ad oggi). Ha fatto esperienza sul campo lavorando in adv e to (gsa compagnia aerea) per poi passare alla stampa trade, consumer, online con anche esperienze televisive. La sua casa è il mondo e vorrebbe tornarci al più presto perché, questo, significherebbe la fine della pandemia.
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com