BTO SODDISFAZIONE PER LA CHIUSURA: APPUNTAMENTO NOVEMBRE 2022

BTO SODDISFAZIONE PER LA CHIUSURA: APPUNTAMENTO NOVEMBRE 2022

La prima edizione ibrida di BTO – Be Travel Onlife si è chiusa con un bilancio del tutto positivo: oltre 10mila visualizzazioni da remoto, 274 speaker esperti della Travel Industry, 102 eventi distribuiti in cinque giornate e tre diverse location, con ospiti in presenza, in collegamento virtuale e anche in versione ologramma.

L’appuntamento è rinnovato, sempre a Firenze, per il prossimo novembre.  

L’innovativo format ha consentito di coinvolgere partecipanti ed esperti internazionali provenienti da 24 Paesi. Nella top 10: Italia, USA, Finlandia, Austria, Svizzera, UK, Paesi Bassi, Irlanda, Cina, Belgio, Giappone.

Gli operatori turistici e i rappresentanti delle destinazioni, principali target di BTO, hanno partecipato attivamente alle 4 tematiche protagoniste dell’edizione 2021, totalizzando oltre 10mila presenze live agli eventi. Il più seguito per audience, il Digital Innovation & Strategy Day, cuore della manifestazione, a seguire la giornata dedicata alle Destination, quella specificatamente riservata al mondo Hospitality e quella dedicata al Food & Wine Tourism. Una classifica destinata probabilmente a cambiare, considerando il fatto che proprio il turismo enogastronomico si sta affermando, in questi tempi di cambiamento, come uno degli elementi trainanti del settore per il futuro, insieme alla crescente ricerca di mete più autentiche e più vicine.

Su MyBTO, la piattaforma online dell’evento, organizzato da Toscana Promozione Turistica, PromoFirenze – Azienda Speciale della Camera di Commercio di Firenze e Fondazione Sistema Toscana, le attività dedicate alle quattro tematiche chiave hanno superato i 75mila minuti.

Conclusa la BTO Week, la manifestazione adesso prosegue per gli iscritti e per tutti coloro che volessero acquistare l’accesso alla piattaforma, dando la possibilità di rivivere online gli eventi con 5mila minuti di contenuti di alta formazione turistica integralmente fruibili sul web.

«Questa tredicesima edizione di BTO è stata un successo, impensabile, solo pochi mesi fa con le restrizioni della pandemia, ma alla fine sortito un evento ampio e completo – commenta Leonardo Marras, assessore all’Economia e al Turismo della Regione Toscana – BTO per noi è un appuntamento importante, rappresenta lo snodo in cui si fa il rendiconto di ciò che abbiamo fatto e si raccolgono preziosi spunti per capire cosa potremmo fare per l’anno successivo. Capire dove vada il mondo, oggi, è difficilissimo e il digitale è centrale, anche nell’esperienza turistica, sia per la parte pubblica che per le destinazioni. Facciamo tesoro degli stimoli e delle idee ascoltate nell’ultima settimana e ci mettiamo subito al lavoro per l’edizione 2022».

Non è l’unico a gioire l’assessore. Si aggiunge al coro soddisfatto Leonardo Bassilichi, presidente della Camera di commercio di Firenze: «Il successo di questa edizione di BTO è di buon auspicio non solo per il settore turistico, che sta ripartendo dopo un anno molto difficile, ma anche per l’intera economia, grazie alle eccellenze del nostro territorio e alla voglia di crescere delle nostre imprese, che la Camera di commercio accompagna ogni giorno sul mercato interno come sui mercati internazionali, nello sviluppo digitale come nella tutela di marchi e proprietà intellettuale e nella scoperta di nuovi business. BTO  è anche la conferma che la collaborazione tra istituzioni produce ottimi risultati».

Ultima parola per concludere il bilancio della manifestazione al direttore scientifico Francesco Tapinassi:

«Vorrei ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di un evento così complesso, al nostro advisory board, ai cinque coordinatori tematici, a tutto lo staff di organizzazione e di comunicazione che ha fatto davvero un lavoro eccellente. Questa edizione ha cercato di rendere tangibile e concreta l’innovazione digitale, provando a usare ogni tecnologia per connettere persone, e individuando nella soluzione phigytal quella che più potesse raccontare un nuovo modello di conference, attenta al tema delle sostenibilità e del rispetto dell’ambiente, grazie alla riduzione degli spostamenti necessari per partecipare.  Dalla sperimentazione degli ologrammi intervistati in diretta, alla partecipazione di ospiti da tutto il mondo, ogni momento è stato finalizzato ad arricchire le testimonianze e le esperienze più interessanti. Un particolare grazie è quindi per i 274 speakers, che, con la loro preziosa presenza ci hanno permesse di fare una BTO del tutto nuova e molto apprezzata dai nostri partecipanti, che potranno rivedere ogni volta che vorranno i contenuti dei nostri panel».

Massimo Terracina

Giornalista dal 1987, si è sempre occupato di sport ('82-'98) e turismo (dal '92 ad oggi). Ha fatto esperienza sul campo lavorando in adv e to (gsa compagnia aerea) per poi passare alla stampa trade, consumer, online con anche esperienze televisive. La sua casa è il mondo e vorrebbe tornarci al più presto perché, questo, significherebbe la fine della pandemia.
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com