LE TRE IDENTITA’ DI ANTONELLA RUPERTO: AGENTE IMPRENDITRICE E SCRITTRICE

LE TRE IDENTITA’ DI ANTONELLA RUPERTO: AGENTE IMPRENDITRICE E SCRITTRICE

Che fare l’agente di viaggio, o meglio, come ama definirsi, imprenditrice turistica, sia una sfida, lo si sa. Che sia necessario, per farlo bene, una certa dose di duttilità, è altrettanto noto, ma Antonella Ruperto, laureata in Scienze Politiche alla Sapienza, proprietaria della storica agenzia di viaggi Happyland in Roma, ha davvero fatto un salto, indossando anche un altro abito, quello della scrittrice e per non farsi mancare nulla anche della imprenditrice.

E così Antonella ha affiancato un nuovo profilo professionale alla sua passione. Anzi, proprio come agente di viaggio persevera nel posizionamento e consolidamento nel settore prettamente turistico, con l’apertura assieme alla collega imprenditrice Giada Marabotto, Suite Travel, che esattamente lo scorso mese di settembre ha inaugurato i primi due punti vendita all’interno di Coin “the italian department store” nelle sedi di Roma e Napoli, per ricominciare e riallacciare, dopo la pandemia, un importante dialogo con gli operatori turistici: tour operator, hotel e compagnie di trasporto per fornire il proprio servizio al cliente finale.

Ma come si diceva anche lo scrivere è importante per Ruperto: s’intitola, infatti, “Felicità che stress” l’ultimo suo libro, che arriva dopo la sua prima fatica da autrice, “50 sfumature di un agente di viaggi – unfuckwithable”.

Felicità per Antonella è un concetto interallacciato.

«Mi occupo anche del settore benessere con Elekea, azienda  della quale sono ceo il cui nome viene dallo Swahili e significa “verso il benessere” – prosegue la nostra poliedrica ospite – perché secondo me il concetto che dovrebbe illuminare la strada di tutti noi, per una visione migliore di mondo e vita, è proprio la felicità. I viaggi procurano un benessere psicofisico, soddisfano la curiosità di conoscere, appagano la voglia di muoversi, praticamente negati da due anni; i prodotti naturali soddisfano il bisogno puramente fisico e funzionale. Leggendo il mio manuale “Felicità che stress” penso di riuscire a trasmettere la mia convinzione che  ritrovare il gusto della felicità, della “gioia di vivere”, non dipenda da fattori esterni come caso o fortuna, o dalle circostanze malevole, ma solo ed esclusivamente dalla nostra volontà».

Ruperto

Il manuale, che sta a metà fra felicità e stress…è disponibile anche nella versione ebook,  ed è composto da due parti: “La felicità nasce nel nostro intestino”; “La nostra felicità: cibo sano e movimento, positività e innovazione”.

Ci pare una vita abbastanza impegnativa, eh?

«Si va dalla medicina funzionale al potere del sorriso, passando per il mangiar bene e l’attività fisica e sportiva. È un percorso vitale che vuole far capire che quello di cui si ha bisogno è ripartire dalla propria realtà intima, senza farsi toccare dalla negatività, creando le proprie regole e prendendo in mano la propria vita».

Quanto sia facile, lo scopriremo solo “leggendo”!

Quanto a Suite Travel, l’attività collaterale (o viceversa) di Antonella Ruperto…«Si tratta di vere e proprie lounge in cui si possono incontrare coloro che desiderano viaggiare in un’atmosfera informale, seppur elegante e insolita. Vorremmo rivoluzionare i classici schemi – conclude l’agente di viaggio scrittrice e imprenditrice – dando una svolta definitiva alla necessaria evoluzione dell’immagine classica e spesso un po’ statica dell’agente di viaggio, oggi più che mai figura chiave del mercato, fattosi sempre più complicato per la situazione pandemica. Nei corner di Suite Travel i cataloghi cartacei lasciano il posto alle nuove tecnologie e l’immersione tra le varie destinazioni, gli hotel, le esperienze e le attività avviene “tutto in un clic”. Ci piace pensare al futuro come “adesso” e abbiamo fede nella strategia del cobranding e nella formazione: nella nostra squadra vogliamo avere professionisti preparati e disposti, come è nel nostro dna, a restare al passo con i tempi, se non addirittura a precederli e ad aggiornarsi costantemente».

Massimo Terracina

Giornalista dal 1987, si è sempre occupato di sport ('82-'98) e turismo (dal '92 ad oggi). Ha fatto esperienza sul campo lavorando in adv e to (gsa compagnia aerea) per poi passare alla stampa trade, consumer, online con anche esperienze televisive. La sua casa è il mondo e vorrebbe tornarci al più presto perché, questo, significherebbe la fine della pandemia.
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com